16° Festival Teatrale dell’Acquedotto

 

        Una proposta ricca di suggestioni del Teatro dell’Ortica

 

Un tradizionale appuntamento estivo in Val Bisagno (ma anche a Cornigliano!) rinnova la sua magia per raccontare e far rivivere storie.

 

Come ogni anno, cercherò di presenziare a più eventi possibili per arricchirmi con nuove emozioni suscitate dal passato del territorio.

 

Incontrerò certamente figure femminili; alcune già note ed amate (la mia preferita tra queste è la piccola Giannina Gaslini!), altre ancora sconosciute con cui fare amicizia (soprattutto mi incuriosisce Camille Claudel!).

 

 

Artemisia Gentileschi, insieme alla mia malattia, mi ha ispirato un testo recente; sono pronta a conoscerla meglio in uno spettacolo teatrale.

 

Mi è capitato, seppur di sfuggita, di occuparmi di Costanzo Ciano; imparerò volentieri qualcosa su sua nuora Edda!

 

Adoro i centenari! Per questo festeggio all’idea di una serata con Franco Basaglia (classe 1924!) e sua moglie Franca Ongaro che, non sapevo, ha avuto un ruolo importante nell’attività del consorte.

 

 

Dall’anno scorso il mio affetto per le Stondaiate è cresciuto perché proprio in una di queste occasioni ho saputo di un laboratorio teatrale che tante risorse mi ha donato in questi ultimi mesi.

 

La mia Stondaiata preferita di quest’anno?

Certamente l’ultima perché sarà presso l’oratorio di San Giovanni Battista di Molassana, dove in passato mi è tanto interessata una lapide.

 

 

Per saperne di più:

 

 

https://www.teatrortica.it/festival-dellacquedotto/?fbclid=IwZXh0bgNhZW0CMTAAAR3_nedWufu5h_nrwdQHhXrISZ-Jf4nXzPlZGfRm_BJm67P5ObBP-pPzbrs_aem_ZmFrZWR1bW15MTZieXRlcw

 

 

 

Sono in Bielorussia, con l’immaginazione. In questo percorso mi accompagnano le fotografie proposte dal sito di un’associazione; sono scatti di bambini e ragazzi che vivono nel paese dell’ex blocco sovietico che, in tempi pre-Covid, hanno passato dei periodi in Italia.

 

 

 

Cammino nella natura, dedicando pensieri a chi vorrei con me.

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20piccoli/original/01%20campagna%20ed%20i%20nostri%20fiumi%20e%20boschi.html

 

 

 

Sono sospesa sulla ruota panoramica di Minsk, scorgo un impercettibile arcobaleno, simbolo sempre significativo!

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20grandi/original/001%20%20Minsk%20dalla%20ruota%20panoramica%20.html

 

 

Ma ecco un altro arcobaleno!

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20grandi/original/080%20Strada%20verso%20le%20nuvole.html

 

 

 

Mi avvicino a un corso d’acqua. Penso allo scorrere del tempo e a certi momenti che avrei voluto fossero eterni.

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20piccoli/original/06%20campagna%20ei%20nostri%20fiumi%20i%20boschi.html

 

 

Un cielo infuocato mi trasporta in un’altra dimensione, quella del sogno in cui mi sento sempre a mio agio.

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20grandi/original/006%20.html

 

 

Mi sembra di essere dentro un dipinto più che in una fotografia…

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20grandi/original/007%20.html

 

 

 

Un’alba a Gomel, città nel sud est bielorusso; questo rosa potrebbe promettere bene!

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20piccoli/original/07%20Gomel.html

 

 

 

Guardo la località da un punto d’osservazione privilegiato…

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20grandi/original/066%20%20%20il%20quartiere%20di%20Gomel%20Collina%20Svedese%2C.html

 

 

Attraversando un ponte sul fiume Soz saluto le nuvole che si specchiano.

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20piccoli/original/11%20vista%20del%20fiume%20Soch%20dal%20ponte%20Belitsky.html

 

 

Altre nuvole vogliono essere salutate mentre festeggiano l’estate.

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20grandi/original/015%20%20Cervin%20colori%20estivi%20.html

 

 

 

Mi preparo a un giro in barca nel lago Braslav, nel nord ovest della Bielorussia; solo questo luogo vale il viaggio!

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20piccoli/original/14%20parco%20Cigni%20e%20lago%20Braslav.html

 

 

Questo percorso mi regala un bel tramonto; ne vorrei uno così a ogni fine giornata!

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20grandi/original/017%20%20Tramonto%20molto%20bello%20.html

 

 

Un luogo sacro vicino al lago invita ad essere visitato!

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20piccoli/original/18%20stagno.html

 

 

 

Mi ritrovo nella pioggia di Gomel. La malinconia prende il sopravvento nel traffico urbano…

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20grandi/original/019%20%20Gomel%20nella%20pioggia%20.html

 

 

Una buona idea è rifugiarsi nel parco cittadino innevato!

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20piccoli/original/38.html

 

 

…ma anche il teatro non è male!

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20grandi/original/056%20%20%20Gomel%20%20il%20teatro.html

 

 

Ecco un luogo in cui passeggiare quando la mente pretende di ricaricarsi!

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20piccoli/original/19%20stagno.html

 

 

Un viale dove potrei incontrare qualcuno, capace di raccontarmi della vita in questa terra dell’Est.

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20grandi/original/021%20.html

 

 

Un cane mi accompagna in una passeggiata, cercando l’anima dell’autunno.

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20piccoli/original/24%20passeggiata%20autunnale%20con%20l%20amato%20animale.html

 

 

Ecco il trionfo delle foglie colorate!

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20grandi/original/031%20.html

 

 

Un bosco in cui vorrei fermarmi a lungo…

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20piccoli/original/35.html

 

 

 

L’autunno è sovrano anche vicino ai palazzi!

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20grandi/original/025%20.html

 

 

Un personaggio si presenta per una chiacchierata lungo un sentiero.

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20piccoli/original/28.html

 

 

Un altro non sembra in vena di troppe parole!

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20grandi/original/026%20%20Il%20bosco%20.html

 

 

Mi incanto osservando i dettagli della natura!

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20grandi/original/042%20%20%20La%20bellezza%20della%20nostra%20natura.html

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20grandi/original/043%20%20%20La%20bellezza%20della%20nostra%20natura.html

 

 

 

Le margherite sono sempre un incontro gradito!

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20grandi/original/053%20.html

 

 

 

Un raggio di sole nella foresta che irrompe dalle nubi; sarà forse un buon segno?

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20piccoli/original/32%20Un%20raggio%20di%20sole%20perso%20nella%20foresta.html

 

 

 

Ringrazio il destino per avermi regalato l’incontro con questo luogo sereno.

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20grandi/original/048%20.html

 

 

Mi incammino nella neve e l’aria gelida intorpidisce i pensieri.

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20piccoli/original/36.html

 

 

Una nebbia nostalgica mi raffredda il cuore; cercherò riparo nella casa di un villaggio.

 

https://www.genovaperchernobyl.it/genova%20per%20chernobyl.data/La%20nostra%20storia/2022/autunno/2022%2011%2024%20foto%20grandi/original/071%20%20%20Mattina%20nel%20Villaggio%20.html

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Come regine di beltà vi pavoneggiate nel laghetto di cui siete indiscusse sovrane.

 

 

 

 

La bellezza vi ha reso muse di poeti, pittori e di coltivatori perditempo

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vi incontro vicino ad un palazzo di antica nobiltà, ma un risseu mi distrae e vi saluto con deferenza.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A volte penso a come sarebbe la mia vita se non avessi incontrato Ciao Lapo.

 

Il dolore mi avrebbe fagocitato molto più di quanto ha fatto.

 

Non avrei conosciuto tante sorelle “di destino” che mi aiutano a superare l’indifferenza del mondo.

 

La solitudine avrebbe avuto il sopravvento e vivrei soltanto nei ricordi. E nei rimpianti.

 

Non avrei mai smesso di maledire il destino beffardo, come schiava che non merita riscatto.

 

Non avrei ogni anno un giorno speciale, il 15 ottobre, per abbandonarmi a un rito che mi fa sentire vicino chi non c’è…

 

 

 

Sono una culla vuota; il destino ha voluto così.

Mamma e papà mi hanno preparato con tanto amore, dopo avermi scelto tra tante mie simili.

Aspettavo con ansia di non essere più sola; immaginavo di ascoltare dei pianti accompagnati da tintinnii di ciondoli appesi sopra di me.

Poi un giorno tutto è cambiato e in questa casa non si sentono più musica e risate.

Solo pianti, ma non di un neonato.

 

Info

Questo blog non costituisce una testata giornalistica. Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo le disponibilità e la reperibilità dei materiali.

Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge n.62 del 2001.

Novità

25 Giugno 2024
23 Giugno 2024
22 Giugno 2024

Search